Caputo: “Se dovessi fare gol sul foglio scriverei di vaccinarci tutti”

L'appello dell’attaccante azzurro su Repubblica che invita gli italiani ad indossare la mascherina e prendere tutte le precauzione possibili

Francesco Caputo, attaccante del Sassuolo

Francesco Caputo, attaccante del Sassuolo

Globalsport 6 marzo 2021

In un paese in cui è presente una minoranza di persone che guarda con diffidenza ai vaccini, esiste anche una cerchia ristretta di persone che mettono la propria popolarità al servizio del bene comune.
In questo caso stiamo parlando di Francesco, detto Ciccio, Caputo. Quello di far gol è il suo mestiere ed anche la sua qualità migliore all’interno di un rettangolo da gioco.
Quasi un anno fa mostrò alle telecamere un foglio, subito dopo essere andato in rete, con su scritto: “Andrà tutto bene, #restate a casa”. Questo il messaggio che l’attaccante del Sassuolo voleva mandare agli italiani. Anche se non andò tutto bene: “No, però il messaggio che volevo mandare era: restate a casa, bisogna farlo. E non dobbiamo mollare: stiamo attenti, indossiamo la mascherina, prendiamo tutte le precauzioni”. Queste le parole dell’ex attaccante dell’Empoli, In un’intervista rilasciata a “Repubblica”. L’attaccante della Nazionale azzurra ha confessato  che dopo un gol, oggi, manderebbe un nuovo messaggio: “Vacciniamoci tutti, a prescindere dai dubbi che la gente può avere. E’ la soluzione giusta per liberarci della pandemia”. Ormai da un anno si gioca con gli stadi vuoti. “Alla fine ti abitui a tutto, ma giocare senza l’atmosfera del pubblico è stata davvero dura. Ci mancano i tifosi, persino gli insulti. Però la salute viene prima: non è ancora tempo di riaprire”.