Milan: dopo la batosta nel derby i rossoneri devono ripartire dalla loro determinazione

Dopo la sconfitta nel derby la squadra di Pioli si è allontanata dalla vetta del campionato, ma non vuole assolutamente rinunciare a quel sogno intravisto settimane fa.

Zlatan Ibrahimović, calciatore svedese, attaccante del Milan

Zlatan Ibrahimović, calciatore svedese, attaccante del Milan

Globalsport 23 febbraio 2021
I pronostici sono fatti per essere ribaltati, anche nel giro di pochissime puntate.

Ne è una dimostrazione il cambiamento repentino del “mood” milanista: nell’arco di due settimane l’ago della bilancia si è spostato da “favorita per lo scudetto” a “a rischio per un piazzamento Champions”.

La squadra di Pioli, però, non si è lasciata travolgere dal disfattismo dopo la sconfitta per 3-0 nel derby e, nonostante il rammarico, non ha dato l’impressione di volersi abbattere: certo, la partita è stata persa malamente, ma la strada è ancora lunga e tutto può ancora cambiare.

E’ molto complicato trovare qualcosa di salvabile nella gara di domenica, anche se sono emersi due aspetti comunque importanti: un Milan che ha provato fino all’ultimo ad impensierire i nerazzurri e che, complessivamente, ha tirato in porta più dell’avversario (8 contro 6), nonostante la qualità delle occasioni create dall’Inter sia stata largamente superiore.

Al cospetto di una difesa che non ha funzionato e un attacco che, salvo Ibrahimovic, non si è comportato granché meglio, il Milan deve ripartire da qui, dalla sua voglia di non mollare e di lottare fino all’ultimo, poiché il destino è ancora tutto da scrivere.