Il Borussia Dortmund strappa la vittoria al 95' e rimanda la festa scudetto del Bayern Monaco

Tutti i risultati degli anticipi della 31° giornata di Bundesliga

Erling Braut Haaland calciatore norvegese e attaccante del Borussia Dortmund

Erling Braut Haaland calciatore norvegese e attaccante del Borussia Dortmund

Globalsport 13 giugno 2020

Fortuna Dusseldorf - Borussia Dortmund 0-1

Il Borussia Dortmund fatica molto a Dusseldorf, ma nei minuti di recupero trova il gol vittoria firmato da Haaland, che consente ai gialloneri di tenere a distanza il Lipsia terzo a -4 e di mantenere vive quelle (flebili) speranze di conquistare il titolo a scapito del Bayern, che rimanda amaramente la festa scudetto. Al 95’, il solito Haaland regala 3 punti ai giallorossi: cross di Akanji dalla sinistra, la difesa del Fortuna perde di vista il bomber che, tutto solo a centro area, non sbaglia con un preciso colpo di testa. Il Borussia nega la vittoria anticipata del campionato al Bayern e complica il discorso salvezza al Fortuna Dusseldorf.





Wolfsburg - Friburgo 2-2

Il Wolfsburg viene rimontato dal Friburgo e rimanda la qualificazione per l’Europa league alla prossima giornata.


Al 14’ Steffen offre una gran palla a Weghorst, che colpisce con potenza con il destro di prima intenzione e la mette all’angolino basso. Al 27’, sempre Weghorst, prima si guadagna il rigore e poi lo realizza firmando firma la doppietta personale. Il Friburgo, però, ritorna in partita al 43’, con Grifo che trova spazio a destra piazzando un bel cross al in mezzo all’aria avversaria per Holer, che con un colpo di testa a pesce accorcia le distanze. Da un possibile 3-0 alla fine del primo tempo, il Werder si vede quindi completare la rimonta subita dopo appena 25 secondi dall’inizio della ripresa: Holer sfrutta un liscio di Pongracic e impegna Casteels, sulla respinta Sallai colpisce in maniera strano, ma efficace, di testa e la palombella inganna Brooks che tentava un complicato salvataggio sulla linea. al triplice fischio finale il risultato rimane fermo sul 2-2.





Hertha Berlino - Eintracht Francoforte 1-4

Sfida tutta milanista quella tra Piatek e André Silva, che però si aggiudica quest’ultimo, autore di un magnifico secondo tempo.


Piatek sblocca il risultato al 24’: si libera in area di rigore grazie anche a un rimpallo fortunato, prima di battere Trapp con freddezza.


Dopo un doppio tentativo dal limite per Kostic, gli ospiti si portano sul 1-1: sponda di testa di André Silva sul secondo palo dove Dost, in spaccata,  la infila in rete. Al 62’ azione spumeggiante di Kamada che accelera, dribbla tre difensori e serve una palla invitante a Silva, che supera Jarstein con un colpo di tacco. Al 69’ N’Dicka  con una potente conclusione di sinistro la mette all’angolino basso. A 3’ dalla fine arriva anche la doppietta di André Silva. L’Eintracht aggancia al nono posto proprio l’Hertha Berlino.





Colonia - Union Berlino 1-2

Successo fondamentale dell’Union Berlino a Colonia per 1-2, che ora vede sempre più vicina la salvezza. Al 39’, arriva il vantaggio ospite: stacco aereo di Friedrich sugli svilupp di un calcio d’angolo ed è subito 0-1. A metà del secondo tempo, l’Union raddoppia: di nuovo da calcio d’angolo, questa volta dentro per Gentner che stoppa e insacca. Il risultati si porta sullo 0-2.


La rete di Cordoba in pieno recupero non cambierà le sorti del Colonia, sempre più in crisi e agganciato in classifica proprio dall’Union.





Paderbon - Werder Brema 1-5

Le speranze del Werder Brema di salvarsi diventano sempre più concrete dopo la goleada a Paderborn: il Dusseldorf al terzultimo posto (valevole per lo spareggio per non retrocedere) è stato raggiunto e a questo punto potrà rivelarsi fondamentale la differenza reti. Il Werder passa in vantaggio al 19’ grazie al gol di Klaassen che stacca e la angola, non lasciando scampo alcuno a Zingerle.


La squadra ospite dilaga nel finale del primo tempo: in prima istanza con il tap-in di Osako che la mette in porta dopo la ribattuta del portiere, in seconda battuta con la doppietta di Klaassen che si coordina e al volo e abilmente batte Zingerle, sfruttando una sponda aerea su punizione.


Al 60’ Eggestein firma il poker, andando a ribattere in rete la conclusione di Sargent, inizialmente parata.


Il gol di Sabiri anticipa solamente la cinquina messa a segno da Fullkrug nel finale. Il Paderborn può dirsi ormai retrocesso matematicamente.