Serie A in chiaro nelle case di riposo, soluzione che mette tutti d'accordo

La proposta avanzata dal Qs ha avuto un'approvazione bipartisan, a partire dal Ministro dello Sport Spadafora

Logo e pallone della Serie A (foto di Calcio e Finanza)

Logo e pallone della Serie A (foto di Calcio e Finanza)

Globalsport 4 giugno 2020
Il Ministro allo Sport, Vincenzo Spadafora, assieme a molti altri parlamentari, responsabili per lo Sport dei più grandi partiti italiani, aderiscono con entusiasmo alla proposta del Qs: permettere, dentro le case di riposo degli anziani, i più colpiti dal Coronavirus, di guardare le partite del campionato di calcio 'in chiaro', senza pagare abbonamenti aggiuntivi.
"L'idea di offrire in chiaro la visione delle partite nelle residenze per anziani, così come avviene in Spagna, mi vede assolutamente d'accordo. In questi giorni- riporta il ministro-sono in corso interlocuzioni con i diversi broadcaster e senza dubbio porrò anche questa richiesta, che immagino possa essere accolta con favore. Andrà verificato come renderla possibile sul piano tecnico, ma credo sia un segnale positivo poter offrire alle generazioni più anziane, così duramente colpite dal Covid19, una possibilità di svago e di sana passione sportiva".
Il primo a sposare la proposta di Qs (dorso sportivo del 'Quotidiano nazionale') è stato il senatore Pier Ferdinando Casini (Autonomie), il quale ha proposto ''un tavolo di concertazione tra Figc, Sky, Rai e autorità in grado di studiare la strada giusta''.
L'onorevole Andrea Rossi (Pd) parla di "iniziativa corretta e utile per sostenere la socialità e lo svago dei nostri anziani e che si può fare senza ledere i diritti dei grandi player del calcio come della Lega Calcio".
Pure dall'opposizione di centrodestra arriva un sì convinto.
Daniele Belotti (Lega), racconta di "anziani che hanno pagato un prezzo altissimo al coronavirus cui regalare le partite in chiaro sarebbe un bellissimo gesto sociale da parte della Lega Calcio come da parte dei player dei diritti tv. La soluzione tecnica si trova".
Il senatore Ignazio La Russa (Fdi) parla di "proposta sicuramente bella e suggestiva, ma temo di difficile realizzazione tecnica. Mi permetto di avanzare una soluzione fattibile e senza controindicazioni economiche: mandare in replica, in chiaro per tutti e subito dopo la conclusione delle dirette criptate, 'Diretta gol' oppure, se giocasse solo una partita, una sua ampia sintesi".