Fiorentina, Vlahovic non vede l'ora di tornare a giocare

L'attaccante della Fiorentina Dusan Vlahovic torna a parlare dopo la sua quarantena, dall'odore dei campi da calcio fino al suo futuro tra maglia viola e Serbia

Dusan Vlahovic esulta dopo un gol (foto di ilmilanista)

Dusan Vlahovic esulta dopo un gol (foto di ilmilanista)

Globalsport 25 maggio 2020
In un'intervista al Corriere dello Sport Dusan Vlahovic parla della sua grande voglia di tornare a respirare la vera atmosfera dei campi da gioco: "Quante partite della Bundesliga ho visto? Credo tutte. E come me, numeri alla mano, hanno fatto tantissime persone: la voglia di calcio è enorme. Mi auguro che presto si possa tornare a giocare anche in Italia".
Il giovane attaccante serbo della Fiorentina non vede l'ora di scendere in campo e varcare i cancelli del centro sportivo della Fiorentina: "E' stato fantastico. Non potevo immaginare che mi sarebbe mancato così tanto giocare a calcio. Tornare lì a respirare l'odore dell'erba è stato esaltante. Gli allenamenti sono ancora piuttosto diversi rispetto a come eravamo abituati, ma abbiamo compiuto un primo passo verso il ritorno alla normalità.
Sia l'allenatore che il suo staff, anche durante il lockdown, non ci hanno mai mollato. 
Il fatto di aver comunque continuato a lavorare, anche se con tutti i limiti del caso, è stato utilissimo".
Sul suo futuro: "Non ho paura di affezionarmi alla Fiorentina, ci sono legatissimo. Spero di fare qualcosa per i tifosi, vincere qualcosa. Il calcio moderno è profondamente diverso a quello di dieci anni fa, ma potrei comunque fare una scelta di cuore e rimanere qui a Firenze, è casa mia. Poi vorrei assolutamente giocare un mondiale con la mia Serbia".