Dal Viminale arriva l'ok per gli allenamenti individuali per sport di squadra

Dietrofront del Ministero dell'Interno che consente gli allenamenti per gli sport di squadra

Allenamento della Nazionale italiana di calcio

Allenamento della Nazionale italiana di calcio

Globalsport 3 maggio 2020
di Thomas Nigido


Non saranno più sole; Bologna, Spal, Parma e Sassuolo avevano ricevuto nei giorni scorsi l'autorizzazione ad allenarsi nei rispettivi centri sportivi dal Presidente della regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini.


Da domani, una circolare del Ministro dell'Interno consentirà, fino al 17 maggio, anche alle altre squadre di realizzare sedute di allenamento individuali.


Fino a ieri imperversava un vento di iniquità, in una sfida tra Emilia-Romagna contro tutti.


La possibilità di allenarsi solo per alcune squadre e la negazione per altre avrebbe scaturito aspre polemiche durante un'eventuale ripresa del campionato.


Il lieto fine è dunque arrivato grazie alla concessione degli allenamenti per gli sport di squadra firmata dal Ministro dell'Interno Luciana Lamorgese e il suo team: "Sulla base di una lettura sistematica delle varie disposizioni, suffragata da un orientamento condiviso in sede interministeriale, si ritiene sia comunque consentita, anche agli atleti, professionisti e non, di discipline non individuali, come ad ogni cittadino, l'attività sportiva individuale, in aree pubbliche o private, nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri e rispettando il divieto di ogni forma di assembramento", si legge nella circolare.


Una boccata d'aria vera e propria, nel senso letterale della parola, che permette ad ogni cittadino di tornare a respirare aria pulita, aria di sport e, perché no, di competizione.


Appare il preludio di una stagione sportiva che continua ad avvicinarsi, un percorso verso la normalità ed un ritorno a chi eravamo.


Dobbiamo debellare il virus prima che sia lui e debellare la nostra competitività e la nostra passione per lo sport.