Cassano: "Sono il più grande talento sprecato degli ultimi anni"

Il fantasista barese ha parlato della sua carriera, dell'occasione buttata via al Real Madrid e dei suoi piani futuri

Antonio Cassano

Antonio Cassano

Globalsport 22 aprile 2020
E' intervenuto in diretta a Sky Sport 24 Antonio Cassano, uno dei giocatori italiani più talentuosi degli ultimi anni, che da ormai un paio di anni ha appeso le scarpette al chiodo dopo una carriera fatta di colpi di testa e colpi di genio.
"Sono il più grande talento degli ultimi anni che si è buttato via. Una cosa è fare il professionista, un'altra litigare con tutti senza un perché. Ho oltrepassato tante volte il limite."
Sulla sua esperienza al Real madrid racconta:"A 23 anni non sfruttai quell'occasione. Tutti pagherebbero di tasca propria per andare al Real e io invece mi sono bruciato, commettendo anche gravi errori. E' la più grande scemenza che abbia fatto: ero nel club più grande della storia e ho buttato dalla finestra quell'occasione."
Cassano ha poi ripercorso, con alcune curiosità, le tappe della sua carriera:"Al Milan ho avuto problemi con Galliani, io volevo rinnovare il rinnovo ma loro trattavano solo chi aveva un anno di contratto. Ibrahimovic voleva sempre giocare con me.
Con Totti un feeling pazzesco, mentre Maldini è il più grande difensore che abbia mai incontrato. Cristiano Ronaldo è un campione ma non sarà mai ai livelli di Messi.
Il miglior dirigente è Piero Ausilio dell'Inter, non sa vendere bene la sua immagine ma so come lavora."
In conclusione, una battuta sul suo futuro, magari alla Sampdoria, il club dove magari ha espresso di più il suo talento:"Vorrei stare dietro alla scrivania come Direttore Sportivo. Con Ferrero (Presidente della Sampdoria) ci siamo incontrati alcuni mesi fa, bisogna vedere se lui ha cambiato idea. Ci siamo presi del tempo per capire."