Conte resta coi piedi per terra: "Presto per parlare di scudetto. Il merito va i ragazzi"

Romelu Lukaku nel frattempo esalta la squadra: "Abbiamo sofferto nel primo tempo ma poi si è vista la nostra mentalità.

Antonio Conte esulta a fine partita

Antonio Conte esulta a fine partita

Globalsport 10 febbraio 2020

È contento ma resta con i piedi per terra Antonio Conte al termine di un derby pirotecnico che ha visto la sua Inter rimontare due gol di svantaggio con il Milan.
Intervenuto nel post-partita ai microfoni di "Sky Sport" il tecnico leccese ha fatto i complimenti alla squadra:  "È stata una notte speciale. Nel primo tempo siamo andati in grande difficoltà forse come non mai quest’anno. Abbiamo rischiato l’imbarcata ma siamo stati bravi a capire dove dovevamo migliorare. Il merito va ai ragazzi".
L'ex c.t. della nazionale ha comunque voluto placare gli entusiasmi quando è stata pronunciata la parola scudetto: "È assolutamente presto per parlare di cose che oggi possiamo comunque sognare. Adesso dovremmo affrontare partite importanti a partire dalla semifinale di coppa Italia contro il Napoli. Poi toccherà alla Lazio che è una squadra forte. Ci vuole pazienza e tempo perché le cose non le fai dall’oggi al domani". 
Lukaku: "La nostra mentalità è non mollare mai"
Altrettanto contento è Romelu Lukaku, autore di una prestazione generosa condita dal gol del 4-2 finale, il 17esimo in stagione. Il centravanti belga ha speso parole d'elogio alla sua squadra nell'intervista di fine partita ai microfoni di Sky Sport: "È' stato un difficile primo tempo per noi - ha affermato - pero' nella ripresa si vista la mentalita' di questa Inter e la voglia di non mollare mai''.  Lukaku si è poi soffermato sull'impatto avuto con il calcio italiano: "Io lavoro per la squadra, sono qui per vincere. Ora la testa va al Napoli mercoledì. Quando sono arrivato sapevo che andavo nel campionato più difficile per fare gol ma devo ringraziare i miei compagni, lo staff e l'allenatore".
E negli spogliatoi dell'Inter si canta "Chi non salta rossonero è"
Ed è proprio Lukaku ad aver pubblicato su Instagram un video dagli spogliatoi dell'Inter, dove è esploso l'entusiasmo per la vittoria in rimonta. La squadra ha festeggiato il successo cantando al coro di "Chi non salta rossonero è" alla presenza di Javier Zanetti, Piero Ausilio e Gabriele Oriali.