Champions League Asiatica: rinviate le partite delle squadre cinesi per il Coronavirus

Dopo lo stop al campionato e l'annullamento dell'E-Prix di Sanya, il diffondersi dell'epidemia si ripercuote sulla massima competizione dell'Asia.

Paura del Coronavirus

Paura del Coronavirus

Globalsport 4 febbraio 2020
Nuove ripercussioni legate al Coronavirus nel mondo dello sport. Dopo la sospensione dei campionati cinesi di calcio e l'annullamento dell'E-Prix di Sanya è tempo di un nuovo stop. La federazione calcistica cinese (AFC) ha infatti annunciato con un comunicato il rinvio ad aprile e meggio delle partite di Champions League Asiatica che vedono impegnate il Guangzhou Evergrande e le due squadre di Shanghai, lo Shenhua e il Sipg. Diverso e il discorso per il Beijing Guoan di Pechino, la cui partita in programma il 18 febbraio contro i thailandesi del Chiangrai United è rimasta regolarmente in calendario, poiché il Guoan si trova da tempo in Corea del Sud, distante dall'epicentro dell'epidemia.