Ramos: "Salah e Karius? Sì, ho causato anche un raffreddore a Firmino"

Il capitano del Real Madrid ritorna sulla finale di Kiev e sulle accuse a lui rivolte durante le ultime due settimane. Liquida la vicenda ironizzando

Sergio Ramos

Sergio Ramos

Redazione 5 giugno 2018

Sergio Ramos, difensore e capitano del Real Madrid e della Spagna, è entrato nel vortice delle polemiche dal giorno della finale di Champions League, vinta contro il Liverpool. Allo spagnolo, infatti, viene recriminato l’intervento non troppo amichevole, giudicato furbo dai più malpensanti, ai danni di Salah, che ha costretto all’attaccante egiziano ad uscire anzitempo dal campo. Negli ultimi giorni Ramos è sotto accusa per un presunto colpo ai danni di Karius, che avrebbe riportato una commozione cerebrale.

Ha aspettato qualche giorno, ha ascoltato tutto il mondo sportivo parlarne e poi ha deciso di rispondere. In un'intervista rilasciata a Cuatro, canale spagnolo, Sergio Ramos è tornato sull'argomento calcistico più chiacchierato delle ultime due settimane, ovvero dalla serata di Kiev che ha laureato per la terza storica volta consecutiva campione d'Europa il Real Madrid capitanato dal difensore andaluso.
Un 3-1 al Liverpool sul quale ha pesato, e tanto, l'infortunio alla spalla che ha costretto Salah ad uscire a metà tempo, procurato da un intervento non proprio ortodosso dello stesso Ramos, sul quale in molti hanno visto una buona dose di malizia. "Si sta dando veramente troppa attenzione a questa cosa di Salah", ha cominciato Ramos. "Non volevo parlare perché tutto è stato ingigantito. Ho guardato bene l'azione e si vede chiaramente che è stato lui ad afferrarmi per primo il braccio, poi io cado dall'altra parte mentre lui si è infortunato sull'altra spalla. Hanno addirittura detto che gli ho fatto una presa di judo, mi sembra esagerato (in realtà, proprio la federazione di Judo aveva detto nei giorni successivi alla finale che la mossa sarebbe stata illegale anche nel loro sport, ndr). Nei giorni dopo la partita l'ho sentito via messaggi, stava bene. Avrebbe potuto giocare se avesse fatto un'infiltrazione durante l'intervallo, io a volte l'ho fatto. Ma quando Ramos fa qualcosa si ingigantisce tutto, si attacca di più".
Karius, la gomitata e il raffreddore di Firmino. Non solo il placcaggio su Salah, argomento di discussione e polemica degli ultimissimi giorni, sempre legato alla finale di Kiev, è diventato anche un altro intervento controverso di Ramos: una gomitata, apparsa decisamente meno maliziosa, rifilata a Karius qualche minuto prima del clamoroso errore in occasione del vantaggio di Benzema che avrebbe compromesso, secondo un referto di un ospedale statunitense presso il quale il portiere tedesco si è sottoposto a una tac, le sue capacità spazio-visive.
Insomma, che avrebbe condizionato la sua prestazione fino a portarlo verso la doppia imbarazzante topica commessa prima su Benzema e poi su Bale. Una teoria che Ramos liquida con una battuta. “È vero, ho letto, dicono anche che Karius abbia fatto quegli errori per colpa mia. Ora ci manca solo che qualcuno mi accusi di aver causato il raffreddore a Firmino per qualche goccia del mio sudore”.