Lazio, scomparso Giovanni Di Veroli: unico ebreo romano a giocare in Serie A

Morto ieri all'età di 85 anni, è stato uno dei protagonisti della prima Coppa Italia della storia del club biancoceleste e l'unico ebreo romano nel calcio professionistico del dopoguerra

Giovanni Di Veroli, credits: laziowiki.org

Giovanni Di Veroli, credits: laziowiki.org

Redazione 2 giugno 2018

Si è spento ieri a Roma un pezzo di storia del calcio laziale e italiano: Giovanni Di Veroli, nato il 12 agosto del 1932 nella Capitale. Una storia particolare la sua, che nel massimo campionato italiano veste la maglia biancoceleste per cinque stagioni e poi si ritira giovanissimo, a soli 25 anni.
Non senza prima però aver regalato alla Lazio la Coppa Italia del 1958, la prima della sua storia. Di Veroli è stato inoltre l'unico ebreo romano a militare nel calcio professionistico del dopoguerra e, come ha affermato il Presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dugherello, "ha rappresentato un modello per tanti giovani della Comunità Ebraica. I valori sportivi che ha portato avanti sono stati e saranno d’ispirazione per chi vede nel calcio un sogno da raggiungere. Siamo orgogliosi che un atleta e un uomo così sia appartenuto alla nostra Comunità".