Lukaku, quale futuro? E intanto Acerbi vuole il biancoceleste

L'esterno belga ha parlato in conferenza stampa dal ritiro della Nazionale belga, glissando sulla propria permanenza a Roma. In difesa si punta il 30enne neroverde, ma il Sassuolo spara alto

Jordan Lukaku

Jordan Lukaku

Redazione 30 maggio 2018

Tra i vari nodi da sciogliere in casa Lazio c’è il contratto di Jordan Lukaku, in scadenza nel 2019. La società e il giocatore dovranno pianificare la prossima stagione: il belga ha collezionato 44 presenze totali, per un totale di 2209 minuti distribuiti nella varie competizioni, ed un gol nel carniere. L’esterno sinistro laziale ha parlato in conferenza stampa dal ritiro della Nazionale belga, ma non ha voluto parlare di futuro, ripercorrendo la stagione con la maglia biancoceleste: “È stato frustrante non poter giocare a causa dell'infortunio. Mi ha molto frenato, avrei potuto giocare di più”. In ottica Mondiale, Lukaku sta lavorando per farsi trovare pronto: “Non so se ci sarò, vedremo se farò ancora parte del gruppo definitivo dopo questa settimana. Per migliorare devo curarmi è continuare con gli esercizi che mi sono stati assegnati. Non voglio sprecare questa chance, continuerò la mia riabilitazione prima. Non sarei qui se non fossi pronto per questo". Intanto, sul mercato in entrata l’affare Acerbi si farà. La squadra biancoceleste sta cercando un rinforzo in difesa di sicura affidabilità e il giocatore milanese risponde in pieno all’identikit del calciatore utile per Inzaghi. Intanto, il difensore del Sassuolo può vestire al meglio i panni di centrale staccato dietro nella difesa a tre, colmando potenzialmente il vuoto lasciato da de Vrij. Poi Acerbi, 30 anni, possiede garanzie fisiche e di rendimento sulle quali poggiare solide basi in vista della prossima stagione. Il giocatore gradisce la Lazio, il Sassuolo chiede 15 milioni, la Lazio lo valuta meno di 10, ma il club biancoceleste vuole fortemente Acerbi e alla fine l’accordo si troverà, magari a metà strada. E’ solo una questione di tempo, ma il matrimonio sarà fatto. Intanto, sempre sul fronte difensivo resta un obiettivo concreto Eder Militao difensore ventenne del San Paolo sul quale, però, c’è una concorrenza spietata. Il giovane brasiliano può giocare centrale o come terzino destro, e su di lui nelle ultime ore sembra essere piombato il Psg, che ha la necessità di sostituire nella prima metà della prossima stagione Dani Alves, fermo per il guaio al ginocchio.