Pagelle Real Madrid Liverpool: Karius disastroso, super Bale

Il Real Madrid vince la sua tredicesima Champions League, ma il portiere del Liverpool riesce ad essere determinante in negativo.

Real Madrid

Real Madrid

Redazione 26 maggio 2018


Real Madrid (4-3-1-2):
Navas 6- Poco impegnato nell’arco dei novanta minuti, non può nulla sul gol di Mane.
Carvajal (fino al 37’)- s.v.
Nacho (dal 38’) 6- Entra verso la fine del primo tempo per rimpiazzare l’infortunato Carvajal, ne esce una partita decente e ordinata.
Varane 6.5- Fa il suo, riesce ad annullare un cliente scomodo come Firmino, non concedendogli praticamente nulla.
Ramos 5- Solita partita tatticamente perfetta, ma il gesto antisportivo nei confronti di Salah è una vergogna per gli amanti del calcio. Per di più ne esce impunito.
Marcelo 6.5- Partita meno brillante nel solito, non riesce a pungere in fase offensiva, fino a quando non mette in mezzo un cioccolatino che Bale trasforma nel migliore dei modi.
Modric 7- Gestisce come al solito il centrocampo dei blancos unendo quantità e qualità.
Casemiro 7- Ottima partita in fase di interdizione, risponde perfettamente ai compiti che gli chiede Zidane.
Kroos 7- Insieme a Modric e Casemiro forma quello che probabilmente è il centrocampo più forte d’Europa. Partita impeccabile, non sbaglia un passaggio.
Isco (fino al 61’) 6- Qualche sprazzo di giocate di qualità, prende una traversa nel primo tempo. Poi nel secondo tempo lascia spazio al compagno Bale, che spacca la partita.
Bale (dal 62’) 9- Dopo una stagione altalenante, entra a mezzora dalla fine nella partita più importante della stagione e incanta Kiev. Rovesciata pazzesca che vale il 2 a 1, assist per Benzema che spreca, poi gol definitivo 3 a 1, anche se pesa l’errore di Karius.
Benzema (fino al 87’) 7- Segna il gol dell’1 a 0, ha dato sostanza all’attacco madrileno. Bravo a trovarsi nel posto giusto al momento giusto, ma inspiegabile l’assist di Karius.
Asensio (dal 88’)- s.v.
Ronaldo 6- Stranamente sbaglia la finale, non è da lui. Tuttavia se il Real Madrid alza la tredicesima Champions è soprattutto merito dei suoi gol.
Zidane 10- Primo allenatore nella storia che riesce a vincere tre Champions League consecutive. Non serve aggiungere altro.

Liverpool (4-3-3):
Karius 2- Partita semplicemente disastrosa, due errori imperdonabili che fanno perdere la finale alla sua squadra-
Alexander Arnold 5- Buon inizio, nel secondo tempo affonda insieme ai suoi compagni.
Lovren 5.5- Partita ordinata, nessuno dei gol subiti è sua colpa, riesce a militare un avversario decisamente scomodo come Ronaldo. Assist a Mane sul momentaneo 1 a 1.
Van Dijk 5.5- Stesso discorso fatto per il suo compagno di reparto.
Robertson 6- Il migliore dei suoi compagni di reparto.  
Milner (fino al 83’) 4.5- Troppo macchinoso e poco incisivo, rallenta la manovra quando dovrebbe cercare di verticalizzare e cercare la velocità dei suoi attaccanti.
Can (dal 84’)- s.v.
Henderson 6- Riesce a guidare il centrocampo, magari pecca di poca brillantezza nel secondo tempo, ma riesce bene nella fase di interdizione.
Wijnaldum 4.5- Difficile vederlo nel vivo dell’azione, avrebbe dovuto dare dinamismo e qualità, ma rimane soffocato dal centrocampo del Real.
Salah (fino al 31’)- s.v.
Lallana (dal 32’) 4- Se non fosse per Karius che riesce nell’impresa di fare peggio, sarebbe stato il peggiore del Liverpool. Difficilmente nel vivo del campo, non struscia quasi mai il pallone.
Firmino 4- Ci si aspettava di più dal suo talento, soprattutto dopo l’uscita di Salah, invece ne esce una prestazione totalmente anonima.
Mane 6.5- Il migliore del Liverpool, una spanna sopra tutti i suoi compagni. Segna il momentaneo pareggio con un tap in da rapinatore e colpisce un palo che sarebbe valso il 2 a 2.
Klopp 5- Il suo Liverpool inizia bene, l’infortunio di Salah stravolge i suoi piani iniziali. Come se non bastasse, il suo portiere sembra indossare la maglia del Real Madrid.