Il Borussia Dortmund rifila un poker ai rivali dello Schalke 04

Inizio di stagione post-coronavirus entusiasmante per il Borussia Dortmund. Contro lo Schalke 04 match a senso unico

Erling Haaland autore del primo gol del match

Erling Haaland autore del primo gol del match

Globalsport 16 maggio 2020
L'astinenza è ufficialmente terminata, dopo 66 giorni la Bundesliga è tornata in campo. 
Un inizio più scoppiettante di questo era difficile da immaginare, il derby della Ruhr (uno dei più importanti della Germania) tra Borussia Dortmund e Schalke 04 ha attirato a se l'attenzione di questa 26esima giornata di Bundesliga, la prima post-coronavirus in Europa.
L'atmosfera del Signal Iduna Park Westfalenstadion, di solito uno degli stadi più caldi del campionato, è stata al dir poco surreale. Nonostante la mancanza del pubblico, però, le due squadre non si sono affatto risparmiate.
I padroni di casa sono scesi in campo con il 3-4-3, tra gli assenti di lusso Emre Can, Axel Witsel, Marco Reus e Jadon Sancho. 
Le scelte di Favre sono quindi ricadute su: Burki tra i pali, la difesa presidiata dal trio Piszczek, Hummels, Akanji; il centrocampo d'eccezione con Dahoud e Delaney, sulle fasce i soliti Guerreiro ed Hakimi. Il piatto forte del Dortmund è sicuramente l'attacco, il primo post-covid è composto da Brandt, Haaland e Hazard.
Lo Schalke ha risposto presentandosi con un 3-5-1-1: Schubert in porta, difeso da Sane, Todibo, Nastasic; il centrocampo folto con Oczipka, McKennie, Serdar; sulle fasce Kenny e Caligiuri e Raman ad accompagnare Harit in attacco.
 
Primo tempo
I 10 minuti iniziali della partita sono stati caratterizzati da una forte spinta dello Schalke, ma la prima occasione da gol l'ha avuta il Dortmund al 12esimo con un pericoloso cross rasoterra di Hakimi, l'intervento provvidenziale di McKennie ha mantenuto il risultato sullo 0-0. 
Ma quell'episodio ha cambiato l'inerzia del match, infatti al 28esimo Brandt ha illuminato con un colpo di tacco Hazard, il belga di prima intenzione ha crossato verso il centro dell'area, dove il solito Erling Halaand non ha sbagliato a 'tu per tu' con Schubert (quello di Haaland è il gol numero 2500 nella storia della Bundesliga). 
Per il fenomeno norvegese classe 2000 si tratta del decimo gol nel girone di ritorno, l'intera squadra dello Schalke, prima di questa partita, ne aveva segnati 'solo' 4.
Anche l'esultanza è degna di nota, come da protocollo, i giocatori del Dortmund non si sono abbracciati ma hanno festeggiato il gol complimentandosi a distanza.
Purtroppo per lo Schalke il gol di Haaland non è stato l'unico dispiacere del primo tempo, appena prima del 45esimo il portiere Schubert ha calibrato male un passaggio regalando palla a Dahoud, Brandt ha imbucato per l'esterno sinistro Guerreiro che con un tiro sul secondo palo ha permesso ai giallo-neri di chiudere la prima frazione sul 2-0.
Il primo tempo ha evidenziato la miglior condizione fisica del Dortmund rispetto allo Schalke 04, anche dal punto di vista tattico i padroni di casa hanno indotto gli avversari a molti errori in fase di costruzione.
 
Secondo Tempo
Ad inizio ripresa l'allenatore dello Schalke David Wagner ha optato per un doppio cambio: fuori Todibò e Raman e dentro Burgstaller e Matondo. 'I minitarori' passano così alla difesa a 4. 
Grazie al nuovo protocollo le squadre hanno a disposizione 5 cambi per partita suddivi in 3 finestre.
Ma la scelta non ha giovato molto al prosieguo del match, infatti al 48esimo con una ripartenza guidata da Haaland ed il solito assist puntuale di Juliand Brandt, anche Thorgan Hazard ha inserito il suo nome nella casella dei marcatori.
Con meno di 30 minuti da giocare il Dortmund dilaga, un 'uno due' tra Haaland e Guerreiro permette a quest'ultimo di trovarsi indisturnato davanti a Schubert e segnare la sua doppietta personale. Da evidenziare anche il passaggio del norvegese che con il suo mancino ha beffato tutta la difesa avversaria.
Al 67esimo Favre ha effettuato il primo cambio per i giallo-neri, fuori l'ammonito Delaney e dentro Balerdi (ndr: i componenti di entrambe le panchine indossano la mascherina).
Dopo il gol del 4-0 la partita non ha più molto da raccontare, per lo Schalke sono subentrati Schoepf e Miranda al posto di Serdar e Caligiuri. Per il Dortmund al posto di Hazard è entrato Jadon Sancho, uno dei grandi assenti dagli 11 titolari per via di noie muscolari. Sul finire del match c'è stato spazio anche per Gotze al posto di Dahoud e per Schmelzer subentrato a Guerreiro.
Con questa vittoria il Dortmund, oltre ad aver conquistato il derby, si è portato ad un solo punto di distanza dal Bayern Monaco, che domani sarà impegnato contro l'Union Berlino.
Lo Schalke, invece, a causa della pesante sconfitta è stato raggiunto e superato dal Wolfsburg che oggi ha vinto contro l'Ausburg.
Sicuramente per i giallo-neri non c'era nessun modo per tornare al meglio, il 4-0 sui rivali è anche la vittoria numero 800 in Bundesliga per il Borussia Dortmund

F.M.