Portogallo: calcio d’inizio a fine maggio

La Primeira Liga è pronta a ripartire l’ultimo weekend di maggio. Dopo aver superato la fase più critica dell’emergenza covid-19, i club prevedono di tornare al top della forma in tre settimane.

Primeira Liga

Primeira Liga

Globalsport 5 maggio 2020

È da qualche giorno ormai che l’emergenza Coronavirus è rientrata in Portogallo.

Infatti il Primo Ministro Fernando Gomes ha autorizzato il ritorno della Liga a partire da fine maggio e tutti i club sono già tornati ad allenarsi in campo, tranne il Santa Clara che continua l’attività sportiva a casa.
Secondo i piani, la Primeira Liga ripartirà nell'ultimo weekend di maggio anche se manca ancora il via libera del Ministero della Salute, atteso nei prossimi giorni.
La ripresa, dopo la sospensione avvenuta il 7 marzo, prevede per le ultime 10 giornate, match a porte chiuse, che gli impianti preposti allo svolgimento delle gare dovranno rispettare alcuni parametri tra cui quello che garantisce il distanziamento sociale negli spogliatoi e nei corridoi.
L'ipotesi più accreditata è l'utilizzo degli impianti che hanno ospitato gli Europei del 2004.
Nel protocollo portoghese è previsto l'utilizzo di due bus per gli spostamenti della squadra, 2 spogliatoi e due magliette, una per tempo.
Prima di ogni partita i giocatori saranno sottoposti a un test rapido, staff e giocatori in panchina dovranno indossare le mascherine, in tribuna sarà consentito l'accesso a un numero limitato di giornalisti.
Il Ministro Gomes tiene a precisare: “I club devono accettare che le regole saranno dure, rigorose e conformi. Le rose saranno più corte. Non permetteremo professionismo mascherato e progetti poco responsabili”.
Inoltre la Federcalcio portoghese fa sapere che i contratti di calciatori e allenatori dei 18 club, saranno automaticamente prorogati fino alla fine del torneo.