In Ligue 1 tanti i ricorsi contro lo stop al campionato

Dopo la decisione del ministro dello sport francese di fermare i campionati, alcuni club di Ligue 1 come Lione, Amiens e Tolosa protestano per i verdetti. Furiosi anche i club delle serie minori

Ligue 1

Ligue 1

Globalsport 4 maggio 2020
La Ligue1 si appresta ad affrontare una serie di ricorsi dopo la decisione di fermare il campionato cristallizzando la classifica e decidendo così le promozioni alle prossime coppe europee e le retrocessioni. Sul piede di guerra diversi club, a partire dal Lione avversario della Juventus negli ottavi di finale di Champions ed ora escluso dalle prossime coppe, dopo 23 anni.

In una intervista a 'L'Equipe' il presidente del club, Jean-Michel Aulas, si è detto pronto a ricorrere per tutelare la sua squadra: "Non voglio attaccare le altre squadre, ma il Nizza quinto in classifica ha giocato più partite in casa di noi e solo una volta con il Psg campione, mentre noi due. Nel corso degli ultimi dieci anni, il Lione ha recuperato almeno tre volte fino al secondo posto anche in una situazione di svantaggio di dieci punti. questo significa toglierci un'opportunità significativa e di alto valore finanziario". 

In coda alla classifica sono invece l'Amiens e il Tolosa a protestare.
Pronto a chiedere l'allargamento della prossima Ligue1 a 22 squadre l'Amiens, dopo la retrocessione a tavolino decisa dopo lo stop al campionato a causa dell'emergenza coronavirus. Il club presenterà una petizione per avere giustizia vista la retrocessione decisa dopo 28 giornate sulle 38 che si sarebbero dovute disputare. L'Amiens al momento dell'interruzione del campionato francese per pandemia era penultimo davanti al Tolosa e a 4 punti di distanza dalla zona salvezza. 
Anche lo stesso tolosa si riserva il diritto di protestare, nonostante il proprietario fosse favorevole allo stop per ragioni sanitarie.

Furiosi anche alcuni club di Ligue 2, oltre ad una quarantina di club dilettantistici, per l'annullamento dei playoff per la promozione. Decisione che ha blindato la salvezza del Nimes nella serie maggiore.