De Brunye: “Mi fido del mio club, poi prenderò una mia decisione sul mio futuro"

Il calciatore del Manchester City, Kevin De Brunye, afferma di essere incerto sul proprio futuro nel club.

Kevin De Brunye

Kevin De Brunye

Globalsport 3 maggio 2020

In un’intervista a  "Het Laatste Nieuws” il centrocampista del Manchester City, Kevin De Bruyne, affronta il tema della squalifica della sua squadra dalle competizioni europee per due anni: “Due anni senza la Champions League sarebbero davvero lunghi, se la squalifica fosse di un solo anno potrei pensarci, ma due sono troppi".


Il calciatore belga è sotto contratto fino al 2023, ma non nasconde il fatto che questa eventuale esclusione potrebbe incidere sul suo futuro. Tutto è determinato dall’esito del ricorso al Tas presentato dal club contro la sanzione Uefa per le presunte violazioni delle regole sul fair play finanziario.


"Sto aspettando la decisione, i dirigenti ci hanno spiegato che in appello sono sicuri al 100% di far valere le proprie ragioni. Mi fido del mio club e aspetto l'esito, poi prenderò una mia decisione sul mio futuro" conclude il calciatore.