Il dramma sportivo di Karius continua: con i miei errori ho deluso tutti

Dopo le lacrime di Kiev il portiere del Liverpool scrive ai tifosi: vorrei tornare indietro nel tempo ma non è possibile

Karius in Real Madrid Liverpool

Karius in Real Madrid Liverpool

Redazione 27 maggio 2018

Il suo pianto dirotto ha un po' comosso tutti. Del resto una finale di Champions League persa grazie alle con papere da dilettante non si dimenticherà facilmente: un mea culpa condito da ripetute scuse a club, compagni e tifosi. "Non sono riuscito a chiudere un occhio fino ad ora - ha detto Karius lo sfortunato e maldestro portiere del Liverpool, protagonista ieri sera di errori marchiani che hanno indirizzato la gara - .. le scene mi passano ancora attraverso la testa ancora e ancora .. Sono infinitamente dispiaciuto per i miei compagni di squadra, per voi tifosi e per tutto lo staff. So che ho incasinato il match con i due errori e ho deluso tutti. Come ho detto, vorrei solo tornare indietro nel tempo ma non è possibile. Così è ancora peggio - aggiunge il portiere Reds - perché pensavamo che avremmo potuto battere il Real Madrid e siamo rimasti in partita per molto tempo. Grazie ai nostri incredibili tifosi che sono venuti a Kiev e mi hanno tenuto su anche dopo la partita. Non lo do per scontato, ma ancora una volta mi ha fatto capire che grande famiglia siamo. Grazie e torneremo più forti".