Stampa spagnola indiavolata per il gol di Mbappé: "Ingiustizia"

Tante polemiche per la decisione presa sul gol di Mbappé: la stella del Psg si trovava in fuorigioco al momento dell'assist, ma per il Var il presunto tocco di Garcia lo avrebbe rimesso in gioco.

Le prime pagine dei quotidiani sportivi spagnoli

Le prime pagine dei quotidiani sportivi spagnoli

Globalsport 11 ottobre 2021
Già al momento del gol si era capito che quell'episodio avrebbe fatto discutere e parecchio.
I fischi a fine partita dei tifosi spagnoli lo avevano reso ancora più chiaro.
Ed oggi tutta la stampa spagnola ha deciso di denunciare la decisione presa dal Var ieri sera.
La scelta che ha fatto infuriare la Roja è quella relativa al gol del 2-1 di Mbappé, risultato poi decisivo: Theo Hernandez porta palla centralmente, appeno i difensori avversari escono, il giocatore del Milan serve con l'esterno il compagno, che nel frattempo ha tagliato dietro la linea nemica; l'asso francese punta Unai Simon, lo ubriaca con un doppio passo e mette la palla in rete.
Mbappé al momento del passaggio è in posizione irregolare, ma il gol è stato comunque convalidato dal Var.
Secondo il team arbitrale, il giocatore del Psg è stato rimesso in gioco da Eric Garcia che nel tentativo di anticipare il pallone in scivolata, lo ha toccato, intervenendo attivamente sull'azione.
Una scelta alquanto dubbia, il tocco dello sapagnolo non sembra poi così decisivo (lo tocca a malapena), ma soprattutto il passagio di Theo è volontariamente indirizzato a Mbappé.
I principali quotidiani sportivi hanno attaccato la direione arbitrale guidata da Anthony Taylor e supportata dal varista Stuart Attwell.
Sport grida "Ingiustizia", mentre Marca decide di puntare il dito contro il complessivo sistema con un forte "Stanno rovinando il calcio".
Mundo Deportivo invece usa l'espressione "Varapalo" (Var al palo).
Anche i giocatori spagnoli hanno parlato riguardo all'evento.
Eric Garcia ha provato a giustificare il proprio movimento: "Mbappe era in fuorigioco. L'arbitro mi ha detto che ho provato a giocare la palla. Cosa dovrei fare? Farmi da parte e lasciarlo correre? A quanto pare questa è la regola".
Queste invece le dichiarazioni di Busquets, "L'arbitro ci ha detto che quella di Eric Garcia era una giocata. Ma ma non ha alcun senso: perché sia tale devi provare, appunto, a giocare il pallone. Lui, invece, voleva soltanto toccare il pallone per non farlo arrivare a Mbappé, come avrebbe fatto qualsiasi difensore. È un grande dispiacere" e di Oyarzabal "Regola ideata da persone che non hanno mai messo piede in un campo. Questo è innaturale e va contro il gioco".
Luis Enrique, come al solito, ha invece deciso di mantenere tutta la propria professionalità e di restare distante dalle polemiche:
Non ho intenzione di entrare in quel gioco, nei 10 anni che ho allenato, nessuno mi ha sentito parlare male degli arbitri. Preferisco concentrarmi sulla mia squadra in modo che sia la migliore nelle vittorie così come nelle sconfitte. Il secondo gol di Mbappé è stato un colpo al nostro morale. Non ci manca niente, dobbiamo avere la stessa fiducia nelle prossime partite, cercare di continuare così. Ci sarebbe piaciuto poter festeggiare con i nostri cari. Per i tifosi, come selezione vorremmo offrire loro un po' di gioia. Faremo in modo che sia possibile in futuro".