Mancini: “Con la Lituania dobbiamo vincere, dispiaciuti per i quattro punti persi”

Domani Italia-Lituania al Mapei Stadium, mister Mancini in conferenza parla della prossima sfida e torna sugli ultimi due pareggi con Svizzera e Bulgaria.

Roberto Mancini

Roberto Mancini

Globalsport 7 settembre 2021

Il commissario tecnico della Nazionale, Roberto Mancini, oggi ha parlato in conferenza stampa della partita che gli Azzurri dovranno affrontare domani contro la Lituania, ma anche delle ultime due gare in cui i nostri ragazzi non sono andati oltre il pareggio con Svizzera e Bulgaria.

“Sulle alle ultime prestazioni, io non mi preoccupo molto. Purtroppo, la palla a volte non entra e noi in Italia dobbiamo sempre cercare un colpevole di tutto. La squadra deve continuare a fare ciò che fa e Immobile uguale, il gol arriverà. Siamo tranquilli, siamo solo dispiaciuti per aver perso quattro punti che non era giusto perdere. Però un po' di sorte ci ha aiutato durante l'Europeo e ora un po' di sorte ci ha sfavorito. Sappiamo di dover vincere le prossime tre”.



E poi sempre sull’attaccante della Lazio: “Sembra di essere tornati a Mario Balotelli. Abbiamo vinto l'Europeo in 26 e Ciro è sempre stato titolare. In due partite ha fatto gol, altre volte ci è andato vicino e alcune volte la palla non entra. Ha sempre fatto gol, magari al Mondiale ne fa 8 gol e lo vinceremo”.

Sul match di domani: “Dobbiamo vincere perché se vinciamo domani recuperiamo punti. Detto ciò, si potrebbe anche arrivare alla differenza reti se si arriva a pari punti. Ma noi abbiamo tre partite, e se le vinciamo tutte e tre siamo qualificati. La gara di domani non sarà semplice, loro sono fisici e si metteranno dietro, starà a noi sbloccarla e poi gestirla al meglio".



Durante Svizzera-Italia, ma anche diverse volte nell’Europeo, Mancini ha schierato il tridente offensivo con il falso nueve a partita in corso: “Abbiamo tutte le possibilità, dobbiamo solo valutare la stanchezza dei giocatori. Siamo a inizio stagione e i ragazzi vengono dall'Europeo, quindi ci vogliono anche giocatori freschi. Per esempio, anche Pessina è una possibilità, anche perché Barella è diffidato, ma soprattutto per la condizione fisica".

Infine, ad una domanda sui gol che non arrivano dai centrocampisti ha risposto così: "La nostra è una squadra che ha segnato sia con gli attaccanti che con i centrocampisti. In una gara abbiamo fatto 0-0, mentre nell'altra abbiamo fatto gol. In una partita purtroppo ci può stare.

I ragazzi possono sopportare le critiche, sono giocatori con anni di esperienza e non credo sia un grande problema".