Altro passo falso per l'Italia: in Svizzera non va oltre lo 0-0

La Nazionale di Mancini spreca ancora occasioni e Jorginho fallisce un rigore nella ripresa. Ora il cammino alla qualificazione ai Mondiali rischia di compromettersi, battuto il record di risultati utili consecutivi (36)

Immobile in Svizzera-Italia

Immobile in Svizzera-Italia

Globalsport 5 settembre 2021

E' un momento non semplice per l'Italia di Mancini, che dopo la sbornia europea di luglio, fatica a ritrovare smalto e risultati, complici anche la scarsa condizione fisica e le occasioni sprecate.
In quello che era uno scontro diretto per le qualificazioni mondiali, l'Italia rischia di compromettere il suo cammino, con il secondo pareggio consecutivo dopo quello contro la Bulgaria.
Questa sera, la Nazionale incontrava la Svizzera, che ci ha messo in difficoltà fin da subito, imponendo un ritmo alto.
Le occasioni però non sono mancate: la più grande per Jorginho, che nella ripresa fallisce un calcio di rigore.


Adesso l'Italia si trova a +4 sugli elvetici, che hanno però due partite in meno e con due vittorie ci scavalcherebbero.
A questo punto, la sfida sempre con la Svizzera a novembre diventa decisiva per il primo posto nel girone.
Italia che entra però a suo modo nella storia: sono 36 i risultati utili consecutivi ottenuti dagli azzurri di Mancini, mai nessuna squadra era rimasta così a lungo imbattuta.

La cronaca -
Un errore della difesa svizzera permette all'Italia entrare in area, e la scivolata di Rodriguez su Berardi causa il penalty.
Dal dischetto si presenta Jorginho che si fa ipnotizzare da Sommer: risultato che rimane sullo 0-0.

Poco dopo la mezz'ora due occasioni in pochi minuti per Insigne: prima il suo tiro a giro al termine di una azione manovrata finisce a lato, successivamente manca l'impatto con la sfera.

Partita giocata a ritmi alti fin dal 1', con la Svizzera che aggredisce alta mettendoci in difficoltà.
Dopo un tiro alto di Immobile, l'occasione è per Berardi: lanciato in contropiede da Locatelli, l'attaccante del Sassuolo a tu per tu con Sommer, calcia debolmente e spreca una chance nitidissima.

Dopo il pareggio con la Bulgaria di giovedì, l’Italia di Mancini torna in campo alle 20.45 al St. Jakob-Park di Basilea contro la Svizzera. Sulle tribune attesi 35 mila spettatori.

Una vittoria contro la Svizzera consentirebbe agli azzurri di sistemare la classifica. L’Italia è reduce da 35 risultati utili. Con la Svizzera non perdiamo da 28 anni, ma l’ultima vittoria in trasferta è del 1933 (Coppa Internazionale).

Mercoledì c’è la Lituania a Reggio Emilia. L’Italia dopo 4 partite ha 10 punti ed è in testa al gruppo C davanti a Svizzera (6 punti, ma con 2 sole partite) e Irlanda del Nord (4, con 3 partite), poi Bulgaria (2) e Lituania (0 punti, 3 partite).


Queste le formazioni ufficiali:

Italia (4-3-3):
 Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson; Barella, Jorginho, Locatelli; Berardi, Immobile, Insigne. All. Mancini

Svizzera (4-3-2-1): Sommer; Widmer, Elvedi, Akanji, Rodriguez; Aebischer, F. Frei, Sow; Steffen, Zuber; Seferovic. All. Yakin