Chiesa non basta agli Azzurri: termina 1-1 la prima partita da Campioni d'Europa

Riprendono le qualificazioni per i Mondiali in Qatar del 2022 con l'Italia in campo stasera al Franchi di Firenze contro la Bulgaria mentre domenica sarà il turno della Svizzera

L'esultanza degli Azzurri al goal di Chiesa che ha sbloccato il match

L'esultanza degli Azzurri al goal di Chiesa che ha sbloccato il match

Globalsport 31 agosto 2021

Trentacinquesimo risultato utile consecutivo ma non è una vittoria: al Franchi di Firenze termina in parità la prima delle tre partite che i campioni d'Europa in carica dovranno affrontare in una settimana, con la Svizzera domenica a Basilea e la Lituania mercoledì a Reggio Emilia prossimi avversari.
"Non è un problema di condizione, ci è mancata un po' di cattiveria sotto porta" le parole di Roberto Mancini che certificano una partita a tinte azzurre con l'eloquente dato sul possesso palla: quasi 80% quello dei padroni di casa, con il portiere avversario Georgiev non particolarmente preso a pallonate ma protagonista in due occasioni di ottimi interventi.


I cambi da una parte hanno aiutato la Bulgaria ad avere forze fresche senza stravolgimenti mentre dall'altra Mancini ha provato a cambiare le carte in campo ma non è stato sufficiente; tra gli Azzurri molto bene Chiesa, il più pericoloso dei suoi, mentre dall'altra parte Georgiev con i suoi interventi e Despodov con le sue sgasate sono stati i veri e propri trascinatori della propria Nazionale.
Adesso la classifica del girone vede l'Italia ancora prima con 10 punti in 4 partite, con quello di oggi che è il primo non 2-0 a favore, poi la Svizzera seconda a 6 punti e 2 partite in meno, infine Irlanda del Nord a quota 4 con la vittoria di stasera per 4-1 in Lituania, infine Bulgaria e la stessa Lituania con rispettivamente 2 e 0 punti.

La cronaca del secondo tempo

90+5'


88'
Jack Raspadori riesce in area di rigore a girarsi in un fazzoletto provando quindi la conclusione: deviata, sarà calcio d'angolo.



86'
Berardi in mezzo al campo stoppa il pallone e d'esterno serve Chiesa ma il capitano del Sassuolo viene steso una volta già ceduto il pallone da Nedyalkov con il numero 14 che viene ammonito.

85'
S'incarica della battuta il capitano Bonucci: corpo troppo all'indietro, pallone che finisce in curva.

84'
Jorginho serve centralmente Emerson Palmieri che si accentra ma viene steso da Chochev proprio al limite dell'area: punizione interessante per gli Azzurri.

75'
Altri cambi voluti dal commissario tecnico bulgaro Yasen Petrov con Despodov che lascia il campo in favore di Radoslav Kirilov, 29 anni e attualmente allo Slavia Sofia ma giovanili a Riccione, Rimini e Chievo, oltre alla stagione 2018-2019 alla Vis Pesaro, e Kristijan Malinov che entra al posto di Vitanov: non cambia comunque nulla tatticamente.

74'


73'
Fallo tattico ai danni del neo entrato Krastev di Toloi che per questo intervento viene punito con il cartellino giallo.



70'
Fuori l'autore del goal del pareggio Atanas Iliev, dentro il numero 10 ex Primavera Bologna e appena acquistato dal Cska Sofia Kaloyan Krastev, classe 1999.

67'
Tenta la conclusione Insigne da fuori area: pallone debole e rasoterra sul primo palo, palla facile preda del portiere bulgaro.

64'


63'
Calcio d'angolo per l'Italia dopo la gran deviazione di Georgiev sul tiro ravvicinato di Chiesa, Bonucci in elevazione schiaccia il pallone, Georgiev blocca.



62'
Chiesa è rapido nell'andare verso il portiere dopo aver superato il diretto marcatore in area, il tiro del figlio d'arte è forte ma centrale, para l'estremo difensore bulgaro.
Italia-Bulgaria 1-1: al vantaggio di Chiesa risponde Iliev, ripartenza in  salita per gli uomini di Mancini

60'
Insigne in posizione centrale serve Chiesa all'incrocio dell'area di rigore, lo juventino punta il diretto avvesario ma serve con l'esterno l'accorrente Barella che nonostante la posizione defilata tenta il tiro con il pallone alto non lontano dai legni della porta di Georgiev.
Immagine

57'
Seconda sostituzione bulgara con il centrocampista ex Palermo e Pescara Chochev che entra al posto di Yankov, trequartista, con il possibile passaggio dal 4-1-4-1 al 4-5-1.

52'
Nella propria metà campo Despodov anticipa Florenzi e parte indisturbato in fascia per poi scambiare una volta arrivato ai 30 metri con un compagno: l'uno due non si concretizza grazie al provvidenziale intervento di Barella che ferma sul nascere una posibile occasione pericolosa con Florenzi e Bonucci superati dalla velocità di Despodov.

48'
Indecisione della retroguardia bulgara con protagonisti il portiere e Antov su lancio di Jorginho, Immobile s'inserisce tra i due avversari e con la testa si allunga il pallone provando la conclusione a porta vuota ma in posizione defilata, Hristov spazza via sulla linea.

47'
Cambio intanto nelle file bulgare con l'ammonito Yomov che rimane negli spogliatoi dopo il primo tempo e il numero 9 Spas Delev al suo posto.

46'


Quarta partita del girone per la qualificazione ai prossimi Mondiali e primo goal subito, al minuto 39 con Atanas Iliev che ha reso nullo il vantaggio iniziale di Federico Chiesa che si conferma, dopo l'Europeo, il vero fuoriclasse nell'attacco di Mancini.
Partita che è un monologo italiano con la squadra campione d'Europa che passa la maggior parte dei primi 45 minuti di gioco nella metà campo avversaria senza mai davvero colpire, con il goal che è un'invenzione dell'argento vivo addosso Chiesa che con il mancino dal limite dell'area batte Georgiev dopo un triangolo con Immobile.
Partita che sembra ormai in cascìna ma Kiril Despodov, classe 1996, assente a Sofia il 28 Marzo scorso nella hgara d'andata, il più pimpante stasera dei suoi, sfrutta l'errore di Florenzi e serve indisturbato in area il compagno Iliev che tutto solo nei pressi dell'area di rigore appoggia in rete battendo Donnarumma.

La cronaca del primo tempo
45'



44'
Cerca dal cerchio di centrocampo la profondità Bonucci con Insigne che è bravo nel controllare il pallone volante e in area dopo essersi liberato di due diretti marcatori grazie allo stop al volo tenta la conclusione con il mancino: il pallone rasoterra viene respinto coi piedi dall'estremo difensore bulgaro.

39'
Goal Bulgaria:
Despodov avanza sulla corsia mancina, viene affrontato da Florenzi che inciampa mancando l'intervento, quindi il numero 11 può avanzare tranquillamente e una volta affrontato da Bonucci serve con l'esterno in mezzo all'area Iliev: il neo attaccante dell'Ascoli si avventa sul primo palo lasciando sul posto Acerbi e con il mancino la pareggia.
Diretta Italia - Bulgaria, il risultato LIVE delle qualificazioni ai  Mondiali 2022

35'
Avanza Immobile che tenta la conclusione una volta entrato in area tutto solo in posizione decentrata, Georgiev respinge; batti e ribatti in area di rigore, sfera che finisce sui piedi di Insigne con il capitano del Napoli che tenta la conclusione di potenza, pallone alto.

31'
Yomov nel cerchio di centrocampo trattiene per la maglia Verratti in maniera reiterata, l'arbitro olandese con origini turche Gozubuyuk punisce anche il numero 17 con il cartellino giallo.

27'
Attacca Insigne dalla zona laterale mancina per poi servire centralmente Chiesa, staccatosi dalla marcatura del terzino sinistra avversario e dimenticato dalla linea difensiva a 4 avversaria: l'ex Viola perde tempo con il pallone e viene accerchiato, viene quindi servito Verratti che la cede a Immobile fuori area, il biancoceleste controlla e tira ma la conclusione è debole e centrale.

26'
Ammonito Barella per un fallo in ritardo ai danni di Vitanov a centrocampo: l'interista è il primo giocatore a finire sul taccuino dei cattivi dell'arbitro.

24'
Ripartenza centrale della Nazionale di casa con Chiesa che s'invola verso la porta avversaria per poi chiedere un altro uno due con Immobile appostato sulla riga del limite dell'area di rigore: il centravanti della Lazio non riesce a ridare precisamente la palla al compagno e la Bulgaria sventa la minaccia.

16'
Goal Italia:
si accentra al limite dell'area Federico Chiesa che sgasa dalla zona esterna lasciando sul posto un paio di avversari, chiede l'uno due a Immobile e conclude con il mancino da fuori area sul secondo palo di prima intenzione: rasoterra imparabile per l'estremo difensore avversario.

Diretta Italia-Bulgaria 1-1: Mancini cambia, dentro Berardi e Raspadori -  la Repubblica

15'
Secondo fallo di Jorginho e punizione dalla trequarti di Despodov, Andrea Hristov di testa anticipa tutti, Donnarumma blocca con sicurezza facendo poi velocemente ripartire la formazione azzurra.

14'
L'ex Cagliari Despodov si accentra dalla zona sinistra affrontando Florenzi tutto solo dato il lieve ritardo in ripiegamento di Barella e prova la conclusione sul primo palo: Donnarumma accompagna il pallone terminare fuori.

12'
Si accentra Insigne dalla zona laterale che entra in area grazie ad un triangolo involontario con un difensore bulgaro: il numero 10 si presenta davanti al portiere avversario ma non riesce a indirizzare la palla verso lo specchio della porta.

7'
Pallone alto indirizzato al limite dell'area per Insigne che addomestica il pallone con l'esterno destro e dopo essersi accentrato tenta la prima conclusione della partita: il muro bulgaro respinge il pallone.

5'
Monologo azzurro fino a questo momento con i ragazzi di Mancini che sono costanetemente in proiezione offensiva nella metà campo avversaria; la fascia sinistra è quella più utilizzata per attaccare.

1'



Le formazioni

Italia (4-3-3): Donnarumma; Florenzi (dal 64' Toloi), Bonucci, Acerbi, Emerson Palmieri (dal 90' Pellegrini); Barella (dal 64' Cristante), Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile (dal 74' Raspadori), Insigne (dal 74' Berardi).

Immagine

Bulgaria (4-1-4-1): Georgiev; A.Hristov, Antov, P.Hristov, Nedyalkov; Kostadinov; Vitanov (dal 75' Malinov), Yankov (dal 57' Chochev), Yomov (dal 46' Delev), Despodov (dal 75' Kirilov); A.Iliev (dal 70' Krastev).



La vigilia
Tornano in campo gli Azzurri a quasi 2 mesi da quel meraviglioso e indimenticabile 11 luglio, giorno in cui la squadra di Mancini conquistò Wembley e l’Europa intera, ma soprattutto i cuori di noi italiani.

2 sfide da affrontare in 3 giorni, partite valide per la qualificazione ai Mondiali del Qatar del prossimo anno.

L’Italia facendo risultato in entrambe le gare conquisterebbe un nuovo record: diventerebbe infatti la Nazionale con la striscia di imbattibilità più lunga della storia del calcio.

Il primato è al momento detenuto dal Brasile (1993-1996) e dalla Spagna (2007-2009,) che raggiunsero entrambe quota 35 partite senza perdere.

I nostri ragazzi con la vittoria in finale degli Europei hanno portato la serie a 34 partite.

Si parte il 2 settembre con gli Azzurri in campo a Firenze contro la Bulgaria alle 20:45.

Poi sarà la volta della Svizzera il 5 settembre, con il match che si svolgerà a Basilea.

Infine, l’8 settembre l’Italia sfiderà la Lituania a Reggio Emilia.

Nuovi convocati hanno raggiunto Coverciano in questi giorni.

Primo su tutti Nicolò Zaniolo, grande assente agli Europei, appena rientrato dall’infortunio ha già segnato con la maglia della Roma ai preliminari di Conference League.

Anche Moise Kean a questo giro è risultato nella lista dei convocati da Mister Mancini.

La non convocazione agli Europei dell’attaccante, fresco di ritorno alla Juve, aveva sorpreso molti tifosi.

Altro nome nuovo per il reparto avanzato è quello di Gianluca Scamacca, alla sua prima chiamata con la Nazionale maggiore.

Per quanto riguarda la difesa invece, l’infortunato Manuel Lazzari è stato sostituito da Davide Calabria, chiamata più che meritata per il terzino del Milan.

Ma come al solito non sono mancate le polemiche da parte di molti allenatori di club, sempre preoccupati che i propri giocatori tornino acciaccati dalla sosta.