C’è l’ok del Governo: tifosi allo stadio per Euro 2020

Con una lettera al presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, il Governo sopprime ogni scetticismo riguardo alla presenza dei tifosi a Roma per le partite di Euro 2020

Gabriele Gravina, presidente della Figc

Gabriele Gravina, presidente della Figc

Globalsport 13 aprile 2021

Con una Pec inviata da Valentina Vezzali, sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega allo sport, il governo “rinnova formalmente l’impegno per lo svolgimento dell’evento in Italia, garantendo la predisposizione di ogni misura organizzativa diretta ad assicurare la partecipazione di una quota di spettatori pari ad almeno il 25%”.

Dunque, via libera alla presenza dei tifosi allo stadio Olimpico, che quindi potrà accogliere 16 mila spettatori, soggetti vaccinati, con il tampone negativo o che hanno già avuto il Covid, con mascherina e con distanziamento.

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha accolto la notizia con estremo entusiasmo.

“Una splendida notizia, l’Italia e Roma ci sono” ha ammesso, aggiungendo anche che “il messaggio che l’Esecutivo manda al Paese è di grande fiducia e di straordinaria visione”.

Già nei minuti precedenti all’arrivo dell’autorizzazione da parte del Governo, Gravina aveva fatto sapere di essere alqaunto fiducioso nei confronti dell’Esecutivo nonostante alla scadenza fissata dalla Uefa mancassero solo poche ore.

Risulta quindi confermata la partita inaugurale tra gli azzurri e la Turchia all’Olimpico fissata l’11 giugno 2021.