Sfida pazzesca ad Assen: alla fine trionfa Marquez

Un folto gruppo di sette piloti a darsi battaglia per oltre metà della gara, alla fine il campione in carica trionfa. Rins e Vinales concludono il podio

Vinales, Marquez e Rins

Vinales, Marquez e Rins

Redazione 1 luglio 2018

Si è conclusa oggi una corsa di MotoGp pazzesca, carica di emozioni, la più esaltante degli ultimi anni: sette piloti pronti a fronteggiarsi senza esclusioni di colpi per oltre tre quarti di gara. Alla fine vince ancora lui, il campione del mondo in carica e leader attuale, Marc Marquez che ad Assen centra il quarto trionfo della stagione e allunga la fuga in campionato.
Con lui, sul podio, Alex Rins e Maverick Vnales, abili a sfruttare a due giri dalla fine l'errore di Andrea Dovizioso e Valentino Rossi, ch impegnati a darsi battaglia per il 2° posto, vanno lunghi alla prima curva lasciando spazio agli inseguitori. In una corsa tutta cuore e coraggio, si sarebbero meritati anche loro di salire su un podio allargato, dopo che nei 26 giri le posizioni sono cambiate di continuo, con infiniti sorpassi da brividi che hanno entusiasmato una Assen al gran completo.
Fino al 23° dei 26 totali, chiunque tra Marquez, Dovizioso, Rossi, Vinales o Rins avrebbe potuto vedere il proprio nome estratto dal cilindro del vincitore, poi però nel finale, lo strappo decisivo di Marc ha spaccato il gruppetto alle proprie spalle: Dovi e Valentino hanno provato a resistere, sbagliando, Rins e Vinales si sono invece giocati il secondo posto al fotofinish, che ha visto premiato lo spagnolo della Suzuki. Alle spalle di Dovizioso e Valentino, ecco poi Crutchlow, pure lui a cedere terreno nel finale, quindi Jorge Lorenzo.
Il maiorchino è stato il grande protagonista della prima metà di gara, partenza meravigliosa dal 10° posto sulla griglia al 2° della prima curva, e poi via al comando per oltre metà gara. Poi, al 18° giro il crollo improvviso, che lo ha visto cedere posizioni e secondi poi impossibili da recuperare.
Il successo di un Marquez che ha vissuto brividi prima con un contatto con Rins a 13° giro che gli ha visto perdere gli appoggi, quindi con un lungo per resistere a un attacco di Vinales al 21°, lancia in orbita lo spagnolo della Honda, che ora si porta a 41 punti su Rossi, 140-99, che resta 2° con 6 punti di vantaggio sul compagno Vinales. E adesso tra due settimane si arriva al Sachsenring, dove Marc è imbattuto. Indovinate chi sarà il favorito per i 25 punti in palio?